Presidente
Diego Marani
Diego Marani, è nato a Ferrara nel 1959 ed è al servizio dell’Unione Europea dal 1985. Interprete di formazione, ha ricoperto incarichi prima al Consiglio dei Ministri poi alla Direzione generale “Cultura” della Commissione europea dove si è occupato della politica del multilinguismo. Consigliere del Ministro Dario Franceschini per gli affari europei nel 2014, dal 2015 è oggi coordinatore della politica culturale del Servizio europeo di azione esterna. Diego Marani è anche scrittore e i suoi romanzi sono tradotti in più di 15 lingue. Con “Nuova grammatica finlandese” (2000) ha vinto il Premio Grinzane Cavour e con “L’ultimo dei Vostiachi” (2002) il Premio Selezione Campiello e il Premio Stresa. Altre sue opere sono "Il compagno di scuola" (2004), vincitore del Premio Cavallini-Sgarbi, "La bicicletta incantata" (2006), con un cortometraggio di Elisabetta Sgarbi, "Enciclopedia tresigallese" (2007) e "Lavorare manca" (2011). Con “Vita di Nullo” è stato di nuovo finalista al Premio Stresa. “Il ritorno di San Giorgio”, l’ultimo suo romanzo, è uscito nel 2019. Diego Marani è l’inventore della lingua-gioco Europanto, in cui ha tenuto per anni una rubrica in diversi giornali europei, fra cui "Le Temps" di Ginevra e "Le Soir" di Bruxelles e in cui ha pubblicato la raccolta di racconti “Las adventuras des inspector Cabillot”, edito in Francia e nel Regno Unito. Diego Marani collabora con diverse testate fra cui “La Gazzetta di Mantova” e “La Nuova Ferrara” e tiene un blog sul sito di informazione europea eunews.it.

 

pdf Decreto di nomina

Il presidente Diego Marani svolge la propria attività presso il Centro a puro titolo onorifico.

 



Direttore
Angelo Piero Cappello
angelopierocappello

Angelo Piero Cappello è dirigente pubblico dal 2017. Ha insegnato nella scuola italiana e all’Università di “Ain Shams”, Il Cairo, in Egitto. Per molti anni è stato funzionario dell’Area della Promozione Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, maturando una lunga esperienza presso gli Istituti Italiani di Cultura all’estero.

Studioso di letteratura italiana, ha pubblicato su rivista saggi su Dante, Manzoni, Morselli, Camilleri e volumi di studio su autori italiani: Invito alla lettura di Capuana (Milano, Mursia, 1994), Come leggere Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello (Milano, Mursia, 1995), Come leggere Il fuoco di Gabriele d’Annunzio (Milano, Mursia, 1997), Le faville dell’arte, il maglio dell’artiere. Preliminari di studio su Gabriele d’Annunzio (Roma, Ulisse, 2004).

Ha curato la pubblicazione dei seguenti volumi: Italo Svevo, Una burla riuscita (Roma, Bonacci, Classici italiani per stranieri, 2000), Gabriele d’Annunzio, Il fastello della mirra. Autobiografia (Firenze, Vallecchi, 2004), Piero Jahier, Gino Bianchi. Resultanze in merito alla vita e al carattere (Firenze, Vallecchi, 2007), Gabriele d’Annunzio, Io sono Gabriele. D’Annunzio in 150 aforismi (Lanciano, Carabba, 2012), Gabriele d’Annunzio, Il secondo amante di Lucrezia Buti (Prato, Piano B, 2013). Ha, infine, curato le note filologiche dei volumi di Gabriele d’Annunzio, Prose di Ricerca. Le faville del maglio (Milano, Mondadori - I Meridiani, 2005).

pdf Curriculum Vitae