Con l'avvio dell'anno scolastico 2020/2021 cresce il progetto della Regione Toscana "Leggere: Forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza", che ha lo scopo di favorire il successo nei percorsi scolastici e di vita dei bambini e dei ragazzi tramite l’ascolto della lettura ad alta voce.

Sulla scorta dei risultati positivi registrati finora, Leggere: forte! si consolida nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di tutta la Toscana, dove la lettura ad alta voce è già entrata nella pratica quotidiana dei tanti insegnanti che hanno partecipato insieme alle loro classi.

Per quanto riguarda le scuole e primarie e secondarie si amplia l’area di interesse: ai territori dell’Empolese e della Valdera (presenti il primo anno) si aggiungono le zone del Valdarno, dell’Alta Valdelsa, il Grossetano, il Valdarno e la Valdisieve. Grazie a questa estensione sono metà le province toscane coinvolte. La fase di avvio, dopo la raccolta delle adesioni delle scuole partecipanti, offre agli educatori e ai docenti l’opportunità di partecipare ai percorsi formativi riconosciuti.

I primi esiti del lavoro sono stati presentati al convegno tenuto il 30 giugno scorso e resi disponibili sul sito web del progetto www.regione.toscana.it/leggereforte assieme a tutte le informazioni e i materiali prodotti.

Leggere: Forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza è un progetto della Regione Toscana realizzato con il coordinamento scientifico dell’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa) e il Centro per il libro e la lettura. Si tratta dell’azione a regia regionale prevista per i P.E.Z. - Progetti Educativi Zonali - della Regione Toscana.