“Con l’amico Andrea Valente ho pensato di radunare un gruppo di amici, autrici e autori che stimo, intorno a un progetto sperimentale: le lezioni sul sofà, per tutti quei ragazzi (e sono decine di migliaia) costretti a casa perché le scuole son chiuse, causa Coronavirus”. Così presenta il progetto Lezioni sul sofà lo scrittore Matteo Corradini.

Sul sito trovi letturelaboratoriaudio sulle cose più diverse – dalla scienza alla musica ai giochi allenamente e ai giochi di scrittura – preparate da scrittrici, scrittori, illustratrici e illustratori per l’infanzia. Il materiale è suddiviso anche per fasce d’età: 3+6+9+11+14+.

Per gli over 14 si trovano, per esempio:

Andrea Vico, giornalista, racconta in un video fake news e buone fonti. Carlo Carzan e Sonia Scalco, ludomastri, in un video mostrano come si gioca a Hex. Hex è un gioco da tavolo inventato dal matematico danese Piet Hein nel 1942 e indipendentemente nel 1948 dal matematico statunitense John Nash – quando era uno studente universitario di matematica. Lo racconta in un altro video Piergiorgio Odifreddi, logico e matematico, attraverso le analisi della teoria dei giochi fatte di John Nash. Alessandro Riccioni, poeta, legge le pazze poesie di Aldo Palazzeschi. Annalisa Strada, docente di lettere nella scuola secondaria di 1° grado e scrittrice, racconta l’Odissea (a puntate). La scrittrice Lucia Tilde Ingrosso in un video racconta perché scrivere è bello e importante. Il fumettista Vittorio Giardino fa un primo corso disegnato di emoticon. Per genitori e insegnanti c’è la sezione Homeschooling sul sofà, con contributi alla riflessione di Elisa Tamburnotti dell’Università di Pavia.

«Tutti hanno aderito con entusiasmo e generosità. Nessun contenuto è stato pagato. L’obiettivo di tutti è far compagnia ai ragazzi, creando utilità e divertimento, in un momento così particolare. Ogni giorno, si collegano circa 100mila persone. Tanti ragazzi, ma anche docenti, genitori, piattaforme di home schooling. In tanti hanno finalmente capito che per fare lezione non sono per forza necessari un’aula e una cattedra», dice Matteo Corradinii, che ne parla anche con Loredana Lipperini durante la trasmissione dedicata ai libri e alla lettura Fahrenheit su RadioRai3.